picnic in barca a vela

Chic Picnic by the Sea

Conoscete le Gite fuori porta? Quelle belle scampagnate, raccontate nei film dei grandi registi Italiani? Ricordate la Vespa, il cesto di vimini, la tovaglia sul prato e il frinire delle cicale?
Ci si allontanava dalla città e si passava una splendida giornata all’aria aperta con gli amici o in tête-à-tête con l’amore della vita.

Questo è l’immaginario di riferimento, ora togliete la Vespa e metteteci una delle nostre barche più belle: vi porteremo nei posti più suggestivi, a vostra scelta tra Costiera Amalfitana, Golfo di Napoli, Golfo dei Poeti in Liguria. Ognuno di voi avrà il suo cestino, la tovaglia a quadretti e con i tender sbarcheremo sulle spiagge più belle per dar vita allo Chic Picnic by the Sea.

 

Cosa rende Chic un Picnic?

Le barche della selezione Horizon Line e la qualità di ciò che troverete dentro ai vostri cesti di vimini.

Pietro Parisi, lo chef di Boccacciello Bistrot, vi farà vivere un’esperienza sensoriale unica, legata alle tradizioni della cucina Napoletana. Materie prime di altissima qualità, preparate secondo il metodo della vasocottura a vapore e servite in Boccaccielli: eleganti ampolle di vetro mono porzione, che mantengono inalterato il sapore di ogni singolo ingrediente.

Una bella lista di piatti tipici sarà a vostra disposizione, per riempire il cestino con ciò che più vi piace. Pane fresco casereccio e vini selezionati dal nostro Sommelier Leonardo Di Zanni, completeranno lo Chic Picnic.

 

La fabbrica delle idee: chic & nature line

Carla, la nostra inviata “cacciatrice di emozioni”, è sempre alla ricerca di nuove ispirazioni per i nostri viaggi. Questa volta ci ha stupito, portando a casa Horizon un prodotto unico nel suo genere: lo Street Food più trendy del momento, i boccaccielli di Boccacciello Bistrot!
Da oggi vi proporremo a bordo delle nostre vacanze, l’alta cucina dello Chef Pietro Parisi, trasformandola per l’occasione da street- a OnBoard- Food.

La prima degustazione: ed è subito amore

Carla ha conosciuto in una calda primavera romana il bellissimo attore Luca Capuano e, fingendo di non vedere lo sguardo magnetico e la bellezza statuaria del guaglione napoletano, si è subito buttata in una degustazione senza fine di Boccaccielli del Bistrot, che Luca e lo Chef Parisi hanno inaugurato 9 mesi fa.
L’idea di portare a bordo queste opere culinarie, è nata al primo assaggio delle Polpette di Podolica in Ragù di San Marzano, accompagnate da Friarielli e Salsiccia (che delizia!).

 

Il legame con il mare e il progetto Horizon-Bistrot

Luca è un grande amante del mare, Carla il mare lo conosce molto bene e non c’è voluto molto perché i due dessero vita a questo progetto: ovunque voi siate, in mezzo al mare, sotto la costellazione scelta per la vostra vacanza, potrete degustare ricette di  altissima cucina della tradizione napoletana.

risotto fragole e champagne

Risotto fragole e champagne a modo mio (ricetta di Tunny)

Importante per una buona riuscita del risotto fragole e champagne è buttare l'ancora in una rada soleggiata, accendere buona musica e accertatevi che la barca sia sufficientemente ferma per concentrarvi sul vostro operato e non a raccogliere cipolle e fragole per tutta la dinette. 😉

Ricetta per 6 persone

Olio d'oliva   |   Sale rosa dell'Imalaia   |   Pepe nero da macinare   |   Riso carnaroli 1 kg   |   Champagne (buona cantina)   |   Cipolla di Tropea   |   Brodo vegetale   |   Parmigiano   |   12 Fragole   |   Padellone capiente

La ricetta non è complicata, l'importante sono (come sempre) le materie prime, ecco perché amo fare questo squisito risotto durante le navigate invernali, dove trovo le fragole saporite e di stagione. Lo Champagne deve essere di buona qualità, e le cipolle, io amo quelle di Tropea, che si sposano perfettamente con il dolce/aspro delle fragole.

Potete preparare un brodo vegetale o semplicemente usare del dado, non ne serve molto, ma tenetelo sempre pronto a disposizione, in barca cuoce tutto più lentamente , il gas contenuto nelle piccole bombole, non ha lo stesso rendimento di quello delle tubature di casa, quindi attenzione ai tempi di cottura.

Esecuzione

Rosolare lentamente la cipolla di Tropea in olio d'oliva  facendo attenzione a non abbrustolirla, deve più appassire che soffriggere quindi, oltre all'olio, aggiungete un pochino di brodo (una tazzina di caffè) quando la noterete più morbida. 

 

Lavate e asciugate  le fragole, le più belle e le più rosse tenetele per guarnizione, le altre fatele a pezzettini e unitele alla cipolla. Fate rosolare lentamente: si sprigionerà un profumo meraviglioso agrodolce. Unite il riso, mescolate e lasciate che si tosti leggermente (facendo attenzione a non bruciare il composto di fragole e cipolle). 

Quando il tutto si sarà amalgamato per bene (riso, cipolle, fragole) e frigge nella pentola, sfumate con 2 bicchieri di champagne. Mescolate lentamente fino al primo assorbimento.
Importante è mantenere sempre lo stesso senso di rotazione (orario) e fare attenzione che non si attacchi al centro.
Una volta assorbito il primo Champagne, aggiungete qualche granello di sale dell'Himalaya, non esagerate, se salate troppo non potrete più tornare indietro. Questo passaggio non posso spiegarvelo, dovete assaggiare di continuo e aggiustare il tiro.

Ora siete pronti per versare tutta la bottiglia di champagne e fare assorbire lentamente. Non basterà lo champagne per terminare la cottura, quindi interverrete con il brodo ( caldo) come nei normali risotti, aggiungendolo via via fino a cottura terminata.

Tenete il risotto più morbido possibile, non fatelo asciugare, vi servirà per quando aggiungerete il parmigiano. Spegnete il fuoco quando il risotto è ancora al dente: lo servirete perfetto!
Il pepe nero, macinato sopra tutto, darà un sapore deciso alla delicatezza degli ingredienti, guarnite con le fragole tenute da parte e servitelo in centro tavola con la pentola, sarà un successo!

Buon appetito